Blog: http://nilus.ilcannocchiale.it

cosimo l’idraulico

Io Cosimo l’idraulico non l’ho mai visto. Accento pugliese, me lo immagino con barba un po’ incolta, qualche chilo di troppo e la camicia abbottonata anche d’estate.

Cosimo al telefono ha toni un po’ bruschi, tipici di chi non ha tempo da perdere e non vuole sentire troppe spiegazioni su tubi, boiler e chissà quant’altro.

Preventivi, pezzi di ricambio, lavori da disossar muri e piastrelle, nessun problema, ci pensa lui, lui e il suo fido aiutante, che chissà che faccia ha perché io mica l’ho visto, manco quello.

Il numero di telefono di Cosimo l’idraulico, che mi diede l’amministratore di condominio, faccia da piacione e accento meneghino, alto di statura e sempre pronto al consiglio tipico del buon padre di famiglia, lo conservo gelosamente da mesi nella mia rubrica telefonica, quasi abbia dovuto metabolizzarlo del tutto, cifra dopo cifra, prima di schiacciare quel bottoncino che mi ci ha fatto parlare per la prima volta venerdì scorso.

Da quel venerdì ne è passata di acqua sotto i ponti e dentro i tubi. Ma il boiler, sempre inagibile, non aspetta altro che le sue abili e decise mani compiano il miracolo, affinché le mie stanche membra possano finalmente evitare di godere del privilegio di congelarsi ad ogni doccia mattutina decidano di regalarsi.

 

Pubblicato il 24/6/2004 alle 21.56 nella rubrica chi sono dove sono quando sono assente di me?.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web